Satispay

Alberto Dalmasso

PROGETTO
Google+TwitterFacebookCondividi

Alberto Dalmasso è founder e CEO di Satispay, il sistema di pagamento via smartphone che è indipendente dalle carte di credito, da una banca specifica o da operatori telefonici.

Il sogno di Alberto e dei suoi soci è stato quello di sfruttare la tecnologia per semplificare le nostre vite. La focalizzazione, grazie anche ai background di esperienze e di conoscenze dei soci, è stata sull’aspetto economico della nostra quotidianità; con un’innovativa soluzione per il nostro futuro.

Satispay nasce dall’idea di sfruttare la tecnologia per semplificare le nostre azioni e la nostra vita.

Le transazioni di tutti i giorni, quelle piccole spese per cui magari non abbiamo con noi abbastanza contante, per cui non vogliamo perdere tempo a dividere il resto di una spesa comune tra amici o, semplicemente, vogliamo essere puntuali nel pagamento senza lasciare debiti, gestite con un oggetto che ormai è diventato insostituibile e sempre presente nella vita di molti di noi: lo smartphone.

alberto-dalmasso
“In Satispay l’innovazione è stata utilizzata per favorire la nostra mobilità e la semplificazione del nostro futuro.”.

Con una app, sicura e semplice da usare, tutti questi pagamenti vengono gestiti immediatamente,

senza carte di credito e senza necessità di aderire ad un particolare circuito bancario, innovando con l’aiuto della tecnologia, la quotidianità delle nostre vite.

Scaricando la app Satispay, disponibile su tutte le maggiori piattaforme operative, una veloce fase di registrazione ci permette di liberarci dalla necessità di contante e di carte di credito nella quotidianità. Un’applicazione facile e immediata per gestire una serie di operazioni cui la quotidianità delle stesse non rendeva facile l’interrogarsi su possibili vie di miglioramento o di semplificazione.

Nome

Alberto

Cognome

Dalmasso

Sede

Nome del Progetto o della Start Up

Satispay

Anno di nascita del progetto

Settore d’applicazione

Software/app

Tecnologia utilizzata

CATEGORIA
Connettività, Futuro